Articolo Febbraio 2018

Quali sono le regole per essere un buono nonno?

Mamma, papà, figlio, figlia, nonno, nonna: ogni ruolo, nella vita, richiede di essere svolto al meglio. Per farlo, bastano un po’ di buonsenso e sicuramente tanto amore. Ma quali sono le regole per essere dei buoni nonni?

Come si può diventare per i propri nipoti dei saldi punti di riferimento? A spiegarlo è Miriam Stoppard, medico e autrice di numerosi testi, nel suo “Diventare nonni. Come creare un rapporto davvero speciale”. Innanzitutto, spiega la Stoppard, è bene avvisare sempre quando si va a trovare un nipote, comportandosi come un membro della famiglia invece che come un ospite, aiutando a preparare il caffè o magari intrattenendo il nipotino mentre mamma e papà sbrigano le loro faccende. Se succede poi di litigare con i propri figli, è bene non creare tensioni dinnanzi ai nipoti e – essendo i più anziani e saggi – fare il primo passo verso la riappacificazione. Perché l’essere nonni, e soprattutto l’essere dei buoni nonni, passa prima dall’essere genitori: anche se vorreste passare tutto il tempo possibili insieme ai vostri nipotini, rispettate sempre i limiti e le regole stabiliti dai vostri figli.

Soprattutto su tematiche importanti come l’alimentazione o gli orari della nanna. E, ancor più importante, non sminuiteli mai nel loro essere mamma e papà, e non criticate le loro idee in merito all’educazione dei bambini. E con i nipoti? Come si ci comporta? Per prima cosa, è bene non fare differenze: trattate tutti i vostri nipoti con lo stesso affetto, e dedicate loro la giusta attenzione. Infine, non pretendete che i vostri consigli vengano accettati e siate sempre positivi e ottimisti. Per sentirvi poi più vicini a loro, potete insegnargli i vostri hobby: il giardinaggio, il bricolage, la cucina. In questo modo, passerete insieme splendidi attimi di condivisione.